Friuli Venezia Giulia


15-04-2017

Il quotidiano “il Friuli”, nel suo articolo parzialmente sotto riportato, parla anche di dm elektron e della sua propensione all’inserimento di nuove figure nell’organigramma aziendale. La ricerca e l’assunzione spesso richiede un certo sforzo per svariati motivi. Doriana Treppo, responsabile del personale della Glp di Udine, nell’articolo spiega che non sempre è facile trovare candidati disposti a fare sacrifici o ad imparare da zero. Spesso si cade sui neolaureati, che hanno parecchie aspettative, ma non sempre la costanza di continuare una volta assunti.

dm elektron, in questo senso si è attivata già dall’inizio dell’anno per favorire l’alternanza scuola-lavoro (come si legge in questa news). L’intento è sempre quello di diminuire la distanza tra scuole ed imprese, favorendo l’ingresso e la visione più matura dei ragazzi verso la futura occupazione lavorativa.

Di seguito parte dell’articolo dal sito ilFriuli.it

Altra azienda in crescita, la Dm Elektron di Buja, uscita dal tunnel della crisi e della cassa integrazione al termine di una difficile opera di ristrutturazione. Oggi la l’azienda bujese occupa 110 persone e altre altre 210 in Romania: “Stiamo cercando molte figure – conferma il titolare Dario Melchior-, in particolare progettisti elettronici e meccanici, programmatori e periti elettronici. Facciamo molta fatica a trovarli perché tra mondo del lavoro e sistema scolastico c’è ancora troppa distanza, nonostante la collaborazione sempre più stretta con le scuole e i riscontri incoraggianti provenienti dall’alternanza scuola – lavoro. Abbiamo in corso una collaborazione con il Malignani di Udine e speriamo che dia i suoi frutti. Purtroppo, i migliori universitari, dopo il conseguimento della laurea se ne vanno all’estero e molti di quelli che restano si perdono per strada. Bisogna anche dire che molti di loro hanno poca pazienza di imparare, di mettersi alla prova e quindi se ne vanno danneggiando però il loro curriculum”.

Articolo completo redatto da Alessandro di Giusto sul sito ilFriuli.it


Nella visione di un’azienda con orizzonti ampi e prospettive di crescita, dm elektron abbraccia un nuovo progetto che intende apportare un’innovazione nel processo aziendale e nelle modalità organizzative dell’impresa attraverso l’introduzione di sistemi software per la gestione di diverse fasi aziendali

L’obiettivo è quello di razionalizzare e rendere più snella tutta la fase organizzativa e produttiva dell’impresa, a tale scopo dm elektron ha la fortuna di accedere alle risorse offerte da POR FESR 2014 -2020 per il finanziamento del progetto:

Spesa Ammessa: € 333.383,45

Contributo: € 133.353,38

I risultati attesi volgono all’ottimizzazione delle esigenze dei clienti, mediante miglioramento dell’efficienza aziendale, verificando e riducendo i tempi di produzione, raggiungendo una migliore efficacia produttiva ed una programmazione di produzione più puntuale e lineare.